Decreto Bersani sui Mutui

Il Decreto Bersani sui Mutui ha apportato una serie di modifiche nella questione dei mutui; la maggior parte delle modifiche sono a vantaggio del cliente.
La prima grande modifica sta nella possibilità di estinguere un mutuo anticipatamente e nel non dover pagare alcuna penale. Prima, la maggior parte delle banche, faceva pagare una penale piuttosto alta e decidere di chiudere anticipatamente un mutuo non era per nulla conveniente.
Ora si può fare ma con alcuni limiti:

 

  • la casa su cui estinguere il mutuo, deve essere una prima casa e la nostra residenza deve essere in questo immobile; non è possibile estinguere gratuitamente mutui che abbiano a che fare con le ristrutturazioni, investimenti o acquisto di seconde case;
  • l’apertura della pratica di mutuo deve essere stata fatto dal 2 febbraio 2007; nel caso di pratiche precedenti, si possono cercare degli accordi con la banca.

Estinzione Anticipata Mutuo

Quando si apre un mutuo si mette una ipoteca sull’immobile; nel momento in cui si decide ad attuare un estinzione anticipata del mutuo, l’ipoteca verrà automaticamente levata dopo 30 giorni dal saldo del debito. La banca, dovrà infatti mandare una comunicazione di quietanza alla Conservatoria dei Registri Immobiliari che dovrà procedere alla cancellazione entro il giorno successivo all’arrivo della comunicazione. Il procedimento di cancellazione dell’ipoteca, grazie al decreto Bersani, non necessita più di un Notaio che certifichi l’atto.

Spostare il Mutuo in un altra Banca

Un altra caratteristica della legge Bersani è nella possibilità di portare il mutuo contratto con una banca, in un altro istituto di credito. Praticamente si estingue il mutuo precedente e si apre un nuovo mutuo con la banca scelta. Questo procedimento si chiama surroga.
Per procedere ad una surroga la nuova banca subentra sia nell’ipoteca che nelle garanzie che il cliente ha dato precedentemente; non serve, pertanto, aprire una nuova ipoteca ma sarà solo un subentro. La surrogazione dovrà avvenire come atto pubblico o attraverso una scrittura privata autenticata e presentata alla Conservatoria.
La surroga può avvenire solo se la cifra richiesta alla nuova banca è quella relativa al residuo del mutuo iniziale. Qualora dovesse essere superiore, per esempio per integrare anche una ristrutturazione, si dovrà aprire una nuova pratica.
Ora sai per filo e per segno in che consiste il Decreto Bersani sui Mutui.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *