Mutuo a Tasso Fisso o Variabile?

Mutuo a Tasso Fisso o Variabile?
E’ questa la domanda che viene maggiormente posta, da chi intende acquistare una casa, accendendo un mutuo.
Quando si iniziano a chiedere informazioni per richiedere un mutuo, gli intermediari vi pongono tutta una serie di soluzioni che risultano, spesso, incomprensibili.
Sta dunque all’acquirente, l’obbligo di informarsi e avere ben chiari le varie terminologie che gli verranno messe davanti.
Il primo passo da fare è di richiedere quanti più preventivi di spesa per un mutuo e solo in seguito accettare la proposta di una banca o di un istituto di credito.
Non sempre la vostra banca di fiducia vi darà il miglior mutuo in circolazione.

Il mutuo a tasso fisso è un prestito che viene concesso con un tasso di interesse che rimane costante nel tempo e che non riserva sorprese. Questa modalità è sicuramente più consigliabile, se dovete richiedere un mutuo a lungo termine. Infatti non è facile prevedere come andrà il mercato immobiliare e come i tassi di interesse oscilleranno.
Quando si accetta un mutuo a tasso fisso si deve essere consapevoli che la rata risulterà alta, perchè gli interessi applicati saranno più alti.
Infatti la banca deve tutelarsi per un lungo periodo e applicherà dei tassi che avranno un IRS vicino al 4% ed un Euribor vicino al 2%. Ricordatevi di aggiungere e considerare anche lo Spread, il tasso di interesse e di guadagno della banca.
Il mutuo a tasso variabile è consigliato a chi lo richiede per un breve tempo, al massimo 15 anni. Gli esperti del settore, in questo momento storico, indicano il mercato come un mercato ottimale per questa scelta perché i tassi crescono molto lentamente. Non è una certezza ma sicuramente può essere interessante se si vuole avere una rata con tassi di interesse più bassi.
In base alla vostra possibilità di rischio potrete scegliere se richiedere un Mutuo a Tasso Fisso o Variabile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *